Corsi Gratuiti per le Persone

INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE NASPI 2018

Cos’è?
La Naspi è una prestazione economica erogata a favore dei lavoratori dipendenti rimasti disoccupati dal 1 maggio 2015. L’indennità NASPI nasce l’ 1 maggio 2015 e sostituisce la ASpl.

Chi è il disoccupato?
Per ottenere lo status di disoccupato, non “basta” semplicemente non avere un lavoro. Il disoccupato è colui che si reca al Centro per l’Impiego e dichiara la propria disponibilità immediata allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro (DID). Ma non basta essere disoccupato per avere diritto alla Naspi…

A chi spetta? (vedere anche punti successivi)
Possono richiedere la NASPI i lavoratori disoccupati che avevano firmato un contratto di lavoro subordinato indeterminato o determinato, compresi:
– apprendisti
– soci lavoratori subordinati di cooperative
– personale artistico con rapporto di lavoro di lavoro subordinato
– dipendenti a tempo determinato delle PA.

A chi NON spetta?
– dipendenti a tempo indeterminato delle PA
– operai agricoli
– extracomunitari con permesso di soggiorno per lav. stagionale
– lavoratori che hanno maturato i requisiti per il pensionamento anticipato
– lavoratori titolari assegno ordinario di invalidità, qualora non optino per la Naspi.

Quali requisiti per ottenere la NASPI 2018?
DEVONO SUSSISTERE TUTTI E 3 I REQUISITI
1) REQUISITO DISOCCUPAZIONE
stato di disoccupazione involontario (licenziamento), oppure i alternativa:
– dimissioni per giusta causa
– dimissioni per cause di maternità (avvenute 300 giorni prima e fino al compimento del 1° anno del bambino
– risoluzione consensuale del contratto, purché sia avvenuta la procedura di conciliazione della direzione territoriale del lavoro oppure sia avvenuta a seguito del rifiuto del lavoratore a trasferirsi presso la sede della stessa azienda distante più di 50 km dalla residenza del lavoratore
– licenziamento disciplinare oppure con accettazione dell’offerta di conciliazione.

2) REQUISITO CONTRIBUTIVO
il lavoratore deve aver versato almeno 13 settimane di contributi nei 4 anni precedenti all’inizio del periodo di disoccupazione

3) REQUISITO LAVORATIVO
Sono necessarie almeno 30 giorni di lavoro effettivo nei 12 mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione. Si fa riferimento alle giornate di effettiva presenza al lavoro, a prescindere dalla durata oraria.

Il calcolo di inizio e fine dei 12 mesi può variare sulla base dei seguenti eventi che si sono eventualmente verificati (o sono in corso):
– infortunio e malattia
– Cassa Integrazione
– Assenze per congedi
– Periodi di assenza
– Aspettativa
– Lavoro all’estero presso stati extra comunitari non firmata di accordi bilaterali

Come richiedere la NASPI 2018?
La domanda va presentata telematicamente all’INPS entro 68 giorni dalla cessazione del contratto di lavoro. Basta collegarsi al sito www.inps.it e inserire nella barra di ricerca la parola naspi.
Cliccare accedi e si entrerà nella schermata per cominciare il procedimento di richiesta: PRESENTA LA DOMANDA NASPI
In alternativa – chiamare il call center dell’ INPS al numero 803 164

Quanto dura?
La durata della NASPI 2018 è di 24 mesi, secondo quanto previsto dal Jobs Act. Al disoccupato spetta per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi 4 anni, senza tenere conto dei periodo coperti da contributi figurativi che hanno già dato luogo al pagamento di prestazione di disoccupazione.
Per i lavoratori precari disoccupati invece, la durata massima della NASPI è di 6 mesi, in base alla presunzione che dietro la collaborazione di anni di lavoro si possano configurare in realtà un contratto di lavoro subordinato.

Pagamento quanto?
La soglia massima dell’importo NASPI e Dis-Coll (indennità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati) è stata aumentata a 1.314,30 €.

Pagamento quando?
I tempi dipendono da quando è stata presentataa la domanda:
– se la domanda viene presentata entro 8 giorni dal licenziamento a partire dall’8 giorno successivo alla data di cessazione del rapporto del lavoro
– se la domanda viene presentata dopo l’8 giorno dal licenziamento, l’erogazione parte dal giorno successivo a quello di presentazione
– se la domanda viene presentata dopo l’8 giorno dal licenziamento a causa di malattia, maternità o infortunio: l’erogazione del sussidio comincia dall’8 giorno successivo al termine della malattia, maternità o infortunio

Per maggiori info
info@sudformazione.com
080.403.35.36